Da stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità risulta che i disordini psichiatrici saranno la principale causa di disagio sanitario del XXI secolo. I suicidi per crisi depressive sono già la seconda causa di morte tra i 25 ed i 50 anni.

Non si può certamente affermare che il tema della Follia sia oggi ignorato dalla scienza e financo dagli strumenti di comunicazione. è anzi un argomento che si ritrova sulla bocca (e sotto la penna) di molti: uomini

di scienza, sociologi, gente comune. 

Il problema sta nel fatto che, quanto più se ne parla e se ne fa oggetto di dispute, meno sembra che si colga la sostanza dei disagi psichici che l'umanità patisce nelle nostre società industrializzate.

è palese come le possibilità di comunicare siano sempre più limitate da convenzioni sociali e da schemi, talvolta ascrivibili ad eredità familiari, che velano il reale stato mentale di un individuo e rendono problematica una diagnosi precoce.

Per queste ragioni la Follia si espande con sempre più devastante rapidità fra molte menti, sottraendole al consorzio con i loro simili e ricacciandole allo stato bestiale con cui tanti sforzi l' Umanità è emersa.

 

 

Il Circolo della Diagnosi Reciproca si propone di eradicare la Follia in tutte le sue forme al suo primo apparire. è noto che la psicosi maniaco-depressiva, se affrontata in tempo, ha andamento benigno nella quasi totalità dei casi; in base a recenti studi, la schizofrenia è altresì curabile se trattata in fase precoce. Il Circolo della Diagnosi Reciproca rappresenta quindi un punto di svolta epocale: per la prima volta nella Storia l'Uomo ha acquisito un metodo certo, affidabile e sicuro per liberarsi dalla Follia.

 

 

 

Il Circolo della Diagnosi Reciproca è composto da persone di specchiata razionalità che comunicano regolarmente le proprie abitudini agli altri componenti del gruppo, con le modalità più dettagliatamente descritte nel Regolamento. Qualora alcuni membri vi ravvisino i "Primi Segni della Follia", si avvia la procedura descritta più sotto onde riportare il soggetto alla sanità mentale. In questo modo il numero dei potenziali pazzi sarà via via ridotto sino a che l'Idra della Insanità verrà definitivamente domata.